DAMIANOMACALUSO

freelance photographer

MODELS

Agency

 

Book

Finalmente hai fatto un bel servizio fotografico, magari di più sedute e con più location, se vuoi adesso insieme al fotografo si puoi scegliere le foto migliori da mandare a stampare... e adesso?Quello che dovete fare è organizzare le foto migliori in un primo vero book quanto più professionale possibile dai alle tue foto maggiore ordine e risalto e cerca di creare una sequenza particolare basata, per esempio, su un ordine cronologico o cromatico o di stile. Ma cosa è il famigerato book? Il termine è inglese e significa, di base, "libro"; generalmente non si usa la parola italiana, anche se capitata di sentirla usare, e si parla direttamente di book della modella o aspirante tale. Il book è quindi un "libro" fotografico che può contenere da 20 a 40 foto, è lo strumento di lavoro della modella e lo strumento base anche per un/a principiante che voglia presentarsi ai clienti o in una agenzia. E' praticamente il curriculum della modella o dell’aspirante tale. Il book della modella principiante e della professionista ovviamente sono molto diversi, ma nascono nello stesso modo, con le stesse esigenze e le stesse aspettative: presentare al meglio la propria immagine. Il book della principiante contiene la migliore scelta di foto dal primo o dai primi test fotografici. Il book della professionista presenta le foto di test fotografici, campagne stampa o pubblicità di cui è stata protagonista.

 

Ecco come puoi fare per preparare il tuo primo book.

Per il primo se non sei legata ad alcuna agenzia ci sono alcune semplici regole da tenere a mente per quanto riguarda la forma e l’aspetto del book. Forma Il formato deve essere tale da poter contenere foto A4 o di formato leggermente superiore (cm 24 x 33 circa), è lo standard utilizzato nel settore; per cui non più piccolo, né più grande. Peso e colore Non deve essere pesante, di colori sgargianti o ad anelli. E’ uno strumento di lavoro importante sia per chi lo porta, che per chi lo esamina. Un cliente che maneggi un book sobrio, non troppo pesante, contenente una buon numero di foto ben distribuite, sarà sicuramente ben impressionato; se invece dovrà maneggiare un album fotografico tipo quello delle foto di famiglia o un libro molto pesante e difficile da sfogliare, partirà già con una impressione probabilmente più negativa. Ricorda che siamo nel mondo dell’immagine in tutto e per tutto! L’aspirante modella vende la propria immagine e deve saperlo fare fin nei minimi particolari. Ci sono tante belle ragazze, le sfumature sono spesso minime e, a parità di qualità fisiche, anche un book che si presenta meglio di un altro può essere un plus vincente. Per il tuo primo book puoi recarti in negozi che vendano materiali di consumo e cancelleria (tipo Buffetti) e chiedere di un portalistini da ristorante. Hai presente il Menù che maneggi al ristorante, in birreria, al pub, in paninoteca? Si proprio quello!Scegline uno con la copertina rigida o semi-rigida nera, grigio scuro o blu scuro e che contenga non più di 16 buste di plastica trasparente. tieni presente che ciascuna busta contiene due foto e quando cominci non hai di sicuro 32 belle foto da mettere all’interno del book e mostrare un book mezzo vuoto può dare un’impressione negativa. Inserisci in ciascuna busta di plastica un foglio di carta nera o bianca, che puoi comprare in cartoleria, e inserite poi le foto. In tal modo se una foto è leggermente più piccola rispetto ad un’altra, la differenza non risulta evidente in quanto il foglio di carta mantiene separate le due foto all’interno della stessa busta di plastica creando, dal lato della più piccola, un bordo uniforme intorno alla foto stessa.

 

Le foto vanno inserite seguendo un certo ordine, vediamo quale.

La prima foto del book deve essere la più bella, la migliore, quella che per tipologia, espressività, colore o altro meglio ti rappresenti in quel momento e possa colpire chi la osserva; di solito è un mezzo busto o un primo piano.Le altre foto vanno inserite cercando di creare un buon effetto ottico e di colore. Quando c’è una foto particolarmente bella, specie se un bianco e nero, inseriscila - a book aperto - nel lato destro, lasciando vuoto il lato sinistro, in modo che tutta l’attenzione cada su quella singola foto. L’ultima foto, quella con cui chiuderete il tuo book iniziale (attenzione: non è l’ultima pagina del book) sarà anch’essa un ritratto significativo, meglio se in bianco e nero. Dopo le foto, puoi inserire, se lo avete preparato e solo se è aggiornato, un breve curriculum con le tue esperienze nel settore o la vostra formazione. Ovviamente il book della ragazza che sta facendo i primi passi tutte foto di test fotografici in studio o in esterni. Man mano che si faranno i primi lavori si potranno inserire nel book le copertine, le pagine dei giornali o dei cataloghi dove le foto sono state pubblicate. Le foto più recenti vengono sempre messe all’inizio del book e via via tutte le altre. Quando si ha un buon numero di foto di lavori fatti, queste si possono intervallare a foto di test per creare un po’ di varietà.

 

 

DAMIANOMACALUSO

freelance photographer

Benvenuti su damianomacaluso.it  © OFFICIAL WEB SITE

Copyright 1996 - 2016 DamianoMacaluso. Tutti i diritti riservati. P.IVA 06216840824

MY SOCIAL  MEDIA